Date: 6 ottobre e 20 ottobre 2017

Sede: FONDAZIONE FLORIANI FORMAZIONE Via privata Nino Bonnet, 2 20154 Milano

 

 

Orario di lavoro: Mattino: 9.00 - 13.00 e Pomeriggio: 14.00 - 18.00 
Responsabile scientifico: Giovanni Zaninetta
Coordinamento didattico: Giorgio Tresoldi

Costo (comprensivi del materiale didattico):

  • Euro 250 (comprensivi di IVA se ed in quanto dovuta)
  • Euro 210 (comprensivi di IVA se ed in quanto dovuta), per i soci SICP in regola con i pagamenti e per gli iscritti ai corsi di laurea, specializzazione e master della Università degli studi di Milano

Posti disponibili: 25 con crediti ECM

Codice corso: ETC004-17

Scarica la brochure del corso:     ETC004-17 Brochure del corso

Scheda di iscrizione:    ETC004-17 Scheda di iscrizione

 

Tutti i professionisti che lavorano (singolarmente o in équipe) nelle Cure Palliative e che aspirino a diventare professionisti eticamente consapevoli.

Come decidere assieme al malato quale siano le scelte più rispettose dei suoi valori? Chi può dire che determinate decisioni o comportamenti nei confronti di un paziente o dei suoi famigliari sono giusti o sbagliati ? Chi decide quando i membri dell’équipe non la pensano nello stesso modo ? Come riconoscere i dilemmi e le ragioni di un eventuale disaccordo tra pazienti, famigliari e curanti e assumere decisioni coerenti e rispettose dei valori di tutti ?

Serve una specifica formazione etica.

Non basta un generico ricorso al buon senso, alla esperienza clinica e alla sola sensibilità umana: è necessario conoscere i fondamenti teorici dell’etica clinica, la metodologia di approccio alle questioni eticamente sensibili ed i processi decisionali che ne derivano e anche saper condividere il proprio pensiero e le proprie motivazioni.

Obiettivo nazionale ECM

16 – Etica, bioetica e deontologia

Obiettivo generale

Al termine del corso il discente dovrà dimostrare di aver acquisito una adeguata competenza etica che gli permetta di identificare, discutere e contribuire a gestire i principali dilemmi etici che si presentano nella cura dei malati con patologie croniche in fase avanzata ed alla fine della vita.  Dovrà altresì dimostrare di aver appreso un metodo di ragionamento etico che permetta al professionista di giustificare razionalmente le sue convinzioni così da poter condividere con il paziente e i membri dell’équipe le scelte quotidiane.

Obiettivi specifici

  • Riconoscere la presenza di un problema etico in una determinata situazione clinica
  • Individuare i principi etici che soggiacciono al conflitto etico evidenziato 
  • Individuare gli elementi clinici, relazionali e contestuali che possono permettere di arrivare ad una decisione
  • Prevedere e riconoscere le reazioni alla comunicazione di una diagnosi e di una prognosi infauste
  • Riconoscere gli elementi del linguaggio corporeo che intervengono nella comunicazione
  • Apprendere e utilizzare una idonea metodologia di comunicazione per le situazioni difficili
  • Condividere all'interno del gruppo di lavoro problemi e difficoltà circa la comunicazione della diagnosi e prognosi infausta
  • Condividere un vocabolario relativo alle situazioni di adeguatezza o meno di una condotta diagnostico-terapeutica
  • Riconoscere e condividere criteri clinici di adeguatezza /non adeguatezza delle terapie e degli interventi diagnostici
  • Evidenziare criteri etici per la decisione relativa all'utilizzo di metodiche diagnostiche e terapie 
  • Saper motivare al paziente e ai famigliari le proprie posizioni etiche
  • Riconoscere le situazioni cliniche in cui interrompere un trattamento o non iniziare un trattamento, sapendo motivare la scelta
  • Indicare le ragioni che sostengono la decisione di continuare o interrompere l’idratazione /alimentazione di un paziente e secondo quali modalità
  • Indicare, motivare eticamente e condividere le decisioni che riguardano un paziente in stato vegetativo permanente/stadi finali delle demenze

 

  • Saper proporre e raccogliere un consenso informato adeguato 
  • Rapportarsi con il paziente che rifiuta il trattamento facendo emergere le sue motivazioni e rispettandone l’autonomia e i bisogni clinici e psico-relazionali.
  • Considerare le eventuali direttive anticipate del paziente, fornendo le informazioni necessarie per una loro possibile applicazione
  • Ricorrere agli strumenti legali e deontologicamente corretti per le decisioni da prendere in presenza di un paziente incapace, minore o con grave patologia psico-degenerativa
  • Rapportarsi con i pazienti difficili siano essi in situazione critica o cronica

 

  • Individuare i problemi etici e relazionali presenti quando venga richiesto un suicidio assistito. 
  • Sapersi confrontarsi con un paziente che richiede il suicidio assistito
  • Saper condividere i concetti di deontologia/morale/etica
  • Riconoscere all'interno dei codici professionali gli articoli di riferimento per gli operatori delle cure palliative
  • Riconoscere l’evoluzione culturale delle varie edizioni dei codici professionali

6 ottobre 2016

L. Orsi

Il rifiuto delle cure / la decisone di morire / la pianificazione anticipata delle cure                                                         

Ore 8,30 – 9,00: accoglienza e registrazione 

Ore 9,00 – 10,00: esame di caso clinico in piccolo gruppo

Ore 10,00 – 11,00: sessione plenaria (L.Orsi)

Ore 11,00 – 11,30: lezione di sintesi (L.Orsi)

Ore 11,30 - 12,30: esame caso clinico in plenaria 

Ore 12,30 – 13,00: lezione di sintesi (L.Orsi)

 

Le cure proporzionate

Ore 14,00 – 15,00: visione di un filmato e successiva discussione in piccolo gruppo

Ore 15,00 – 16,00: discussione in plenaria (L.Orsi)

Ore 16,00 – 16,30: lezione di sintesi (L.Orsi)

Ore 16,30 – 17,30: esame caso clinico in plenaria + lezione di sintesi 

Ore 17,30 – 18,00: Take home message (L.Orsi)

 

 

20 ottobre 2016

G. Zaninetta

La comunicazione di diagnosi e prognosi al malato e ai famigliari

Ore 8,30 – 9,00: accoglienza e registrazione 

Ore 9,00 – 10,00: esame di caso clinico in piccolo gruppo

Ore 10,00 – 11,00: discussione in plenaria (G. Zaninetta )

Ore 11,00 – 11,30: lezione di sintesi (G. Zaninetta)

Ore 11,30 - 12,30: esame caso clinico in plenaria (G. Zaninetta) 

Ore 12,30 – 13,00: lezione di sintesi (G. Zaninetta)

 

I Codici deontologici: conoscenza e utilizzo         

Ore 14,00 – 14,30: Lezione di stimolo e introduzione (G. Zaninetta)

Ore 14,30 – 15,30: esercitazione in piccolo gruppo sulle diverse edizioni dei codici deontologici (G. Zaninetta) 

Ore 15,30 – 16,30: discussione in plenaria + sintesi finale docente (G. Zaninetta)

Ore 16,30 – 17,30: esame caso clinico in plenaria + lezione di sintesi (G. Zaninetta)

Ore 17,30 – 18,00: Handouts del corso (G. Zaninetta)

Al termine Test finale e pratiche ECM

 

L. Orsi: medico

Direttore Dipartimento Cure Palliative, Mantova

 

G. Zaninetta: medico

Responsabile U.C.P. Hospice Domus Salutis, Brescia - Coordinatore del dipartimento Cure Palliative ASL Brescia

 

 

Il corso rientra nel percorso formativo “ Professionisti spiritualmente ed eticamente consapevoli”

  • Lezioni frontali di sintesi o di stimolo
  • Presentazione e discussione di casi clinici in grande gruppo
  • Lavoro a piccoli gruppi su problemi e casi con presentazione delle conclusioni in sessione plenaria
  • Analisi in singolo o in piccolo gruppo dei codici
  • Confronto tra pari
  • Role playing

La valutazione dell’apprendimento viene effettuata mediante questionari e prove pratiche